Scusa figlio mio e grazie di georgi corn

Scusa figlio mio e grazie di georgi corn

Scusa figlio mio e grazie!!!!
E ‘ che a volte la stanchezza fa brutti scherzi e mi porta ad avere un cattivo umore, e tra i ” ti amo, il mio bambino bellissimo “, a volte mi scappa un: ” Basta! No!, mi hai stufata/o “. e dopo 5 minuti mi sento la peggiore del mondo; più di una volta piango di nascosto. E lui si avvicina e mi regala i suoi sorrisi spensierati e senza rancore.
Come mamma posso essere molto dolce ma anche molto urlante e prepotente. E per ora, almeno per ora, lui mi accetta così e ancora dopo un grido, viene verso di me con la sua dolce vocina dicendo: ” mamma “; come dire: ” Basta, non ti arrabbiare, è meglio che giochiamo “. ma la colpa ti rimane e gli chiedo scusa guardandolo negli occhi e lui continua a sorridere e canta la sua canzone , con le prime paroline che si affacciano ,nella sua lingua poco comprensiva.
So solo che lo amo, ma a volte quell’amore non basta, a volte la mia stanchezza mi vince, il mio umore mi tradisce, ma poi mi rendo conto che lui non ha colpa.
È bello essere mamma, sì, non ne dubito! E ‘ difficile, non posso negarlo; ma c’è sempre qualcosa di confortante (molte cose) al giorno, che cancellano tutto il resto.
Vorrei che con il passare del tempo mi insegni ad essere più paziente, come te, che mi sopporti nei miei giorni peggiori e mi inviti sempre a giocare e a farci coccole e ballare.
Scusa per essere come sono e grazie per accettarmi così “.
Ti amo per sempre, mamma.
Autore: georgi corn.