Ci sono baci che vanno dati, persone che vanno abbracciate, parole che vanno dette, follie che vanno fatte. La vita va veloce e, a volte, può essere davvero troppo breve. Non c'è tempo per pensare, non c'è tempo per ‘andare piano’, non c'è tempo per programmare: le cose cambiano, le persone muoiono, l'orologio non smette mai di camminare… Non si tratta di 'cogliere l'attimo’, ma di poter morire oggi, domani o fra cent'anni dicendo: “ho fatto tutto, anche quello di cui avevo paura".

Ci sono baci che vanno dati, persone che vanno abbracciate, parole che vanno dette, follie che vanno fatte. La vita va veloce e, a volte, può essere davvero troppo breve. Non c’è tempo per pensare, non c’è tempo per ‘andare piano’, non c’è tempo per programmare: le cose cambiano, le persone muoiono, l’orologio non smette mai di camminare… Non si tratta di ‘cogliere l’attimo’, ma di poter morire oggi, domani o fra cent’anni dicendo: “ho fatto tutto, anche quello di cui avevo paura”.

Ci sono baci che vanno dati, persone che vanno abbracciate, parole che vanno dette, follie che vanno fatte.
La vita va veloce e, a volte, può essere davvero troppo breve. Non c’è tempo per pensare, non c’è tempo per ‘andare piano’, non c’è tempo per programmare: le cose cambiano, le persone muoiono, l’orologio non smette mai di camminare… Non si tratta di ‘cogliere l’attimo’, ma di poter morire oggi, domani o fra cent’anni dicendo: “ho fatto tutto, anche quello di cui avevo paura”.