Le Critiche: La Famiglia e l'Asino . Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa andare bene.

Le Critiche: La Famiglia e l’Asino

Ho imparato, a mie spese 🙁 , che è inutile rimproverare la “gente” perché la smetta di CRITICARE.
Inutile affannarsi e soprattutto, farsi venire il sangue amaro, perché ci sarà sempre qualcuno lì fuori pronto a dare giudizi, pronto a puntare il dito, pronto ad aprire bocca per dire la propria opinione su quello che fai o dici.

Tutti vogliono “parlare” senza conoscere a fondo  le situazioni, le emozioni e le motivazioni che TI hanno portata a determinati comportamenti, atteggiamenti o prese di posizione.

Se dovessimo “guardare” a chi ci critica, non dovremo dire e fare mai niente, pertanto l’ unica possibilità è agire secondo il bene che la nostra testa ci indica. Saremo sempre apprezzati dalle persone che ci vogliono bene, quelle  intelligenti, quelle che ci conoscono VERAMENTE …e gli altri? i maligni? gli invidiosi?….avrebbero sempre qualcosa da dire, contro ogni evidenza…. ovviamente alle tue spalle 🙂 .

Pertanto rasserenatevi, SIATE ORGOGLIOSE di come SIETE:
NON sarete simpatiche a tutti,
NON accetteranno Sempre le vostre idee e quello che affermate,
Sarete la PECORA NERA di turno ma NON giudicateli perché vi Criticano…. perché, altrimenti, sarete come LORO!

Mia nonna mi diceva:

Non giudicare per non essere giudicati

Ma aggiungeva anche:

non criticateli, perché noi se fossimo come LORO e al LORO POSTO faremmo ALTRETTANTO e ricordati: la critica è come un piccione viaggiatore… prima o poi ritorna da dove era partita!

Ecco perché oggi vorrei raccontarvi una storia, una storia che vi farà riflettere: ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa andare bene come sei ma se hai un obbiettivo, un sogno o una idea in cui CREDI veramente, continua per la tua strada… come questa Famiglia con il suo Asino:

C’era una volta una coppia con un figlio di 12 anni e un asino.
Decisero di viaggiare, di lavorare e di conoscere il mondo. Così partirono tutti e tre con il loro asino.
Arrivati nel primo paese, la gente commentava: “Guardate quel ragazzo quanto è maleducato… lui sull’asino e i poveri genitori, già anziani, che lo tirano”.
Allora la moglie disse a suo marito: “Non permettiamo che la gente parli male di nostro figlio.” Il marito lo fece scendere e salì sull’asino.

Arrivati al secondo paese, la gente mormorava: “Guardate che svergognato quel tipo…lascia che il ragazzo e la povera moglie tirino l’asino, mentre lui vi sta comodamente in groppa”.
Allora, presero la decisione di far salire la moglie, mentre padre e figlio tenevano le redini per tirare l’asino.

Arrivati al terzo paese, la gente commentava: “Pover’uomo! dopo aver lavorato tutto il giorno, lascia che la moglie salga sull’asino. E povero figlio, chissà cosa gli spetta, con una madre del genere!”
Allora si misero d’accordo e decisero di sedersi tutti e tre sull’asino per cominciare nuovamente il pellegrinaggio.

Arrivati al paese successivo, ascoltarono cosa diceva la gente del paese:  “Sono delle bestie, più bestie dell’asino che li porta. Gli spaccheranno la schiena!”

Alla fine, decisero di scendere tutti e camminare insieme all’asino ma, passando per il paese seguente, non potevano credere a ciò che le voci dicevano ridendo: “Guarda quei tre idioti: camminano, anche se hanno un asino che potrebbe portarli!”

 

Quindi: vivi come credi, fai cosa ti dice il cuore… ciò che vuoi… una vita è un’opera di teatro che non ha prove iniziali.

Quindi: canta, ridi, balla, ama e vivi intensamente ogni momento della tua vita… prima che cali il sipario e l’opera finisca senza applausi.

Se il tuo cuore ti dice che sei sulla strada corretta, che quello che fai o dici  è giusto, continua a credere in te stessa, credi in quello che fai, credi che le persone intelligenti, quelle che ti vogliono bene, NON ti criticheranno, questo è quello che veramente è importante nella VITA.

Meglio essere la “pecora nera” di turno, ma una persona VERARita