Puoi cadere migliaia di volte nella vita, ma se sei realmente libero nei pensieri, nel cuore e se possiedi l’animo del saggio, potrai cadere anche infinite volte nel percorso della tua vita, ma non lo farai mai in ginocchio, sempre in piedi. Giancarlo Siani, giornalista e scrittore ucciso dalla Camorra nel 1985

Puoi cadere migliaia di volte nella vita, ma se sei realmente libero nei pensieri, nel cuore e se possiedi l’animo del saggio, potrai cadere anche infinite volte nel percorso della tua vita, ma non lo farai mai in ginocchio, sempre in piedi. Giancarlo Siani, giornalista e scrittore ucciso dalla Camorra nel 1985

Puoi cadere migliaia di volte nella vita, ma se sei realmente libero nei pensieri, nel cuore e se possiedi l’animo del saggio, potrai cadere anche infinite volte nel percorso della tua vita, ma non lo farai mai in ginocchio, sempre in piedi.

Giancarlo Siani, giornalista e scrittore ucciso dalla Camorra nel 1985

Ci sono baci che vanno dati, persone che vanno abbracciate, parole che vanno dette, follie che vanno fatte. La vita va veloce e, a volte, può essere davvero troppo breve. Non c'è tempo per pensare, non c'è tempo per ‘andare piano’, non c'è tempo per programmare: le cose cambiano, le persone muoiono, l'orologio non smette mai di camminare… Non si tratta di 'cogliere l'attimo’, ma di poter morire oggi, domani o fra cent'anni dicendo: “ho fatto tutto, anche quello di cui avevo paura".

Ci sono baci che vanno dati, persone che vanno abbracciate, parole che vanno dette, follie che vanno fatte. La vita va veloce e, a volte, può essere davvero troppo breve. Non c’è tempo per pensare, non c’è tempo per ‘andare piano’, non c’è tempo per programmare: le cose cambiano, le persone muoiono, l’orologio non smette mai di camminare… Non si tratta di ‘cogliere l’attimo’, ma di poter morire oggi, domani o fra cent’anni dicendo: “ho fatto tutto, anche quello di cui avevo paura”.

Ci sono baci che vanno dati, persone che vanno abbracciate, parole che vanno dette, follie che vanno fatte.
La vita va veloce e, a volte, può essere davvero troppo breve. Non c’è tempo per pensare, non c’è tempo per ‘andare piano’, non c’è tempo per programmare: le cose cambiano, le persone muoiono, l’orologio non smette mai di camminare… Non si tratta di ‘cogliere l’attimo’, ma di poter morire oggi, domani o fra cent’anni dicendo: “ho fatto tutto, anche quello di cui avevo paura”.

Le persone più felici non sono necessariamente coloro che hanno il meglio di tutto, ma coloro che traggono il meglio da ciò che hanno. La vita non è una questione di come sopravvivere alla tempesta, ma di come danzare nella pioggia! Kahlil Gibran

Le persone più felici non sono necessariamente coloro che hanno il meglio di tutto, ma coloro che traggono il meglio da ciò che hanno. La vita non è una questione di come sopravvivere alla tempesta, ma di come danzare nella pioggia! Kahlil Gibran

Le persone più felici non sono necessariamente coloro che hanno il meglio di tutto,
ma coloro che traggono il meglio da ciò che hanno.
La vita non è una questione di come sopravvivere alla tempesta, ma di come danzare nella pioggia!

Kahlil Gibran